COMUNICAZIONE

Logo colori Ass Caruso X Web (trasparente)

ASSOCIAZIONE MUSEO ENRICO CARUSO
Centro Studi Carusiani
Milano

RICHIESTA DI COLLABORAZIONE - SPONSORIZZAZIONE DELLA RACCOLTA DI FONOGRAFI-GRAMMOFONI  DI PROPRIETA’ DELL’ASSOCIAZIONE MUSEO ENRICO CARUSO PER LA DONAZIONE AL MUSEO ENRICO CARUSO PRESSO LA “VILLA BELLOSGUARDO” DI LASTRA A SIGNA (Fi) DI PROPRIETA’ DEL COMUNE STESSO PER UN VALORE VENALE STIMATO IN € 200.000,oo (duecentomila) RELATIVO ALL’INTERA RACCOLTA DI N° 100 UNITA’.

I sovventori si dichiarano di voler partecipare contribuendo all’operazione culturale secondo la loro libera scelta. Si delinea qui di seguito le modalità dei proponenti alla partecipazione finanziaria per l’Associazione.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Quota Ordinaria
Da € 750,oo a € 5.000,oo con possibilità di due proponenti;

Quota Sostenitrice
Da € 6.000,oo a € 15.000,oo con possibilità di “gruppi” o facenti parte di Società, Istituti, ecc.;

Quota sponsorizzatrice
Da € 16.000,oo a € 25.000,oo con possibilità di “gruppi” o facenti parte di Società, Istituti, ecc.;

Quota unico sponsor  
Da € 50.000,oo da Enti privati, Istituti bancari, Società di imprenditoria e privati.

Il sottoscritto si impegna, senza alcun vincolo, a partecipare con la quota di €…………………….e si rende disponibile a trasmettere il versamento della quota prescelta con regolare emissione fiscale.

Nome……………………………….Cognome………………………………………………
Via o Piazza……………………………….città……………………………………………..
N° codice fiscale………………………..N° P. IVA…………………………..............

Dopo che l’Associazione avrà firmato l’Atto di donazione al Comune di Lastra a Signa della raccolta e la disponibilità dell’accoglimento della stessa presso “Villa Bellosguardo” a Lastra a Signa presso il Museo Caruso, si procederà all’accoglimento delle quote di partecipazione.

I sottoscrittori potranno inviare le quote di partecipazione tramite assegno bancario intestato alla Associazione Museo E. Caruso – via Pr. M. Bontempelli, 2 – 20125 Milano, oppure tramite bonifico bancario intestato a: “Museo Caruso” presso la filiale: Banca Popolare Commercio & Industria – Piazzale Lagosta – Milano – IBAN = IT29M0504801661000000010687, con la dicitura: “sponsorizzazione acquisto Fonografi-Grammofoni”.

Fonografi-Grammofoni d’epoca: alcuni cenni sulla peculiarità della raccolta

Non sono oggetti comuni, sono “oggettiparticolari” le cui peculiarità per la loro funzione furono denominati all’epoca:“LeMacchine Parlanti”. Con l’avvento di un pioniere e inventore di tante meraviglie si erge in maniera fantastica l’invenzionerisalente al 1877 del trentenne statunitense Thomas Alva Edison: “Il Fonografo”. La meraviglia delle meraviglie nata per scopi commerciali, poi per quelli artistici: la musica, le voci…

Nel panorama fonografico di questa stupefacente raccolta si trovano gli “Edison”, i “Columbia Graphophone”, i “Pathé”, per i rulli di cera, proseguendo con la serie grammofonica per i dischi da 17 cm. di diametro ideati e realizzati  dal tedesco Emile Berliner per arrivare poi a quelli da 25 e 30 cm. dalla velocità a 78 giri al minuto. In questo percorso, vi figurano i primissimi esemplari di fine ‘800, primi ‘900, fino ad arrivare a quelli degli anni trenta prodotti e messi in commercio dalle varie Case: “Gramophone Typewriter Company”, “His Master’s Voice”, “Grammofono”, “Zonophone International Company”, “Pathé”, “Columbia Graphophone”, “Victor Talking Machine Company”, per proseguire con i “Fonotipia” a quelli de “La Voce del Padrone” e diversi esemplari di altre marche di fabbricazione italiana ed europea. Infine e non per ultimo, le valigette “Columbia”, “His Master’s Voice”, “Decca” per la riproduzione dei dischi ad incisione elettrica che i nostri nonni ascoltavano durante le loro scampagnate e il monumentale Radio Grammofono de “La Voce del Padrone”.

La raccolta si contraddistingue, non solo per la rarità dei soggetti che partono dalla fine dell’ ‘800, i quali sono pezzi di assoluto valore storico-rappresentativo delle varie marche fonografiche-grammofoniche, come qui sopra citate, in ottima conservazione in tutte le loro parti, comprese quelle meccaniche per la riproduzione dell'esecuzione vocale-strumentale.

L’ascolto attraverso queste “macchine parlanti” è davvero sorprendente. Ovviamente l’ascolto dovrebbe essere svolto possibilmente in ambienti salottieri. Nel 2002 abbiamo fatto un esperimento felicissimo registrando la voce di Enrico Caruso dai dischi originali con i grammofoni Victor delle 42 incisioni di brani verdiani effettuati tra il 1902 e il 1918. Incredibile! Si ha la netta sensazione che la voce sia in diretta.

Sempre in quest'ottica poniamo un esempio. Il tenore Aureliano Pertile ha effettuato le sue stupende incisioni in diverse riprese con quattro industrie discografiche: “Pathé”, “Fonotipia”, “Columbia” e “La Voce del Padrone” ed alcune incisioni anche per la “Telefunken”. Ascoltando i dischi riprodotti di ogni Casa sui relativi apparecchi, si può così ben onorare l’arte vocale e interpretativa del celebre tenore veneto. L’aspetto importante della raccolta è data anche da questa facoltà che fa rivivere la sua storia. L’esposizione della raccolta posta nelle sale della “Villa Caruso” troverebbe la sua giusta collocazione e avrebbe il sapore suggestivo del tempo, supportata da illustrazioni pubblicitarie d’epoca con l’esibizione di molteplici dischi che furono prodotti dalle varie Case discografiche le cui etichette, particolarmente quelle risalenti ai primi anni del ‘900, sono bellissime di diverso stampo e fattura con disegni coreografici e colori. La collezione s’aggira sulle 100 unità.

UNA GRANDE COLLEZIONE!
GLI STORICI DISCHI A 78 GIRI DAI PRIMI ANNI DEL NOVECENTO, FINO GLI ANNI 50.
UN’OCCASIONE UNICA! UN PATRIMONIO LIRICO- VOCALE E SINFONICO DELLA GRANDE MUSICA CON INTERPRETI STRAORDINARI.

La raccolta di dischi a 78 giri di proprieta’ di Luciano Pituello, Presidente della Associazione Museo Enrico Caruso di Milano, comprende Circa 2.000 Unita’, ed è ceduta  per la somma di € 20.000,oo.
Le Incisioni Storiche partono dal primo novecento fino agli anni 40/50.
I Dischi non sono catalogati e sono esposti in maniera consultabile a gruppi vertenti l’intera raccolta che comprende le incisioni di brani sinfonici e operistici:
da Haendel, Bach, Beethoven A Wagner, Strauss, Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi, Puccini, Leoncavallo, Mascagni, Giordano ed altri ancora.
Brani D’opera ed altre composizioni con le voci Tenorili piu’ celebri:
Enrico Caruso, Alessandro Bonci, Amedeo Bassi, Antonio Paoli, John Mcormack, Florencio Constantino, Hipolito Lazáro, Miguel Fleta, Bernardo De Muro, Enzo De Muro Lomanto, Antonio Cortis, Beniamino Gigli, Tito Schipa, Giacomo Lauri Volpi, Aureliano Pertile, Giovanni Martinelli, Filippo Piccaluga, Francesco Merli, Galliano Masini, Dino Borgioli, Ferruccio Tagliavini, Giovanni Malipiero.
I Baritoni:
Carlo Galeffi, Titta Ruffo, Mattia Battistini, Riccardo Stracciari, Mario Sammarco, Pasquale Amato, Mariano Stabile, Apollo Granforte, Luigi Montesanto, Mario Basiola, Enrico Molinari, Carlo Tagliabue, Benvenuto Franci, Giovanni Inghilleri, Gino Bechi, Enzo Mascherini, Tito Gobbi.
I Bassi:
Feodor Scialialin, Jose’ Mardones, Nazzareno De Angelis, Marcel Journet, Ezio Pinza, Tancredi Pasero, Vincenzo Bettoni, Luciano Neroni, Boris Cristoff.
I Soprani:
Maria Barrientos, Maria Galvany, Celestina Boninsegna, Esther Mazzoleni, Frances Alda, Geraldine Farrar, Luisa Tetrazzini, Toti Dal Monte, Rosa Ponselle, Claudia Muzio, Lina Pagliughi, Hina Spani, Juanita Caracciolo, Mercedes Capsir,  Giannina Arangi Lombardi, Tina Poli Randaccio, Gina Cigna, Iva Pacetti, Maria Caniglia, Bianca Scacciati, Rosetta Pampanini, Maria Zamboni, Mafalda Favero, Margherita Carosio, Magda Olivero.
I Mezzosoprani:
Fanny Anitua, Elvira Casazza, Irene Minghini Cattaneo, Gabriella Besanzoni, Aurora Buades, Conchita Supervia, Giuseppina Zinetti, Ebe Stignani, Fedora Barbieri,  Gianna Pederzini, Elena Nicolai.
Direttori D’orchestra:
Leopold Stokowski, Willem Furtwängler, Otto Kemplerer, Karl Böhm, Arthur Bodansky, Sergej Rachmaninov, Bruno Walter, Pierre Monteux, Herbert Von Karajan, Vittoprio Gui, Gino Marinuzzi Fausto Cleva, Tullio Serafin, Arturo Toscanini, Antonio Guanieri, Victor De Sabata.

La raccola viene ceduta in blocco dopo la visione dell’acquirente.

Luciano Pituello: Via Pr. M. Bontempelli, 2 – 20125 MILANO – Tel. Cell. 338-5072558 – 02-69001449 Email. museocaruso@alice.it


Commenti chiusi